GALLERIA EVENTI

Eventi relativi all’Associazione per il Museo Storico della Comunità di Poirino; eventi organizzati dall’Associazione ed eventi ai quali l’Associazione ha partecipato.

FIERA DI MAGGIO

DOMENICA 8 MAGGIO 2022

 

FESTA PATRONALE DI

 

S. ORSOLA

Domenica 24 Ottobre 2021

In occasione della festa patronale di S. Orsola, l’Associazione ha proposto, presso il proprio stand, 
 
– ALCUNI SCATTI FOTOGRAFICI DI MAURIZIO STUARDI
 
– ESPOSIZIONE DI MODELLI DI CARRI AGRICOLI DI GIOVANNI VILLA
 
– ALCUNI REPERTI DELLA COLLEZIONE STUARDI
 
Come si può vedere dalle foto scattate durante la manifestazione, l’interesse per quanto esposto è stato notevole!
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Assemblea dei Soci

25 Settembre 2021

presso Casa Stuardi

Nel pomeriggio di SABATO 25 SETTEMBRE 2021 in CASA STUARDI con la partecipazione di 25 soci si è tenuta l’ASSEMBLEA della Associazione sia per approvare il rendiconto dell’anno 2020 e la quota associativa (riconfermata in euro dieci sia per il 2021 che per il 2022) ma anche per discutere e approvare l’adeguamento dello Statuto alla normativa del Terzo Settore. Abbiamo optato di diventare una ORGANIZZAZIONE DI VOLONTARIATO (OdV) per poterci iscrivere nel REGISTRO UNICO NAZIONALE DEL TERZO SETTORE (RUNTS). Un passaggio importante che ci consentirà di assumere maggiori impegni istituzionali ma anche di beneficiare di misure fiscali e finanziarie più favorevoli; potremo anche concorrere alla assegnazione del cinque per mille.

Nel corso della assemblea sono state illustrate le attività svolte, ridotte rispetto al passato per il Covid, incentrate sulla valorizzazione del patrimonio fotografico rilasciato da Maurizio Stuardi che sarà ricordato in occasione del prossimo quinquennio dalla sua scomparsa. Il prossimo impegno pubblica della Associazione sarà la partecipazione alla Fiera di S. Orsola 2021 durante la quale saranno raccolte le adesioni per l’anno 2022.

POIRINO FOTOGRAFATA da Maurizio STUARDI

14 luglio 2021 nel cortile di Casa Stuardi.

Proiezione di immagini, eventi, ambienti, lavori agricoli dall’archivio delle oltre mille, tra fotografie e diapositive, scattate da Maurizio Stuardi.

Circa 70 i partecipanti, compresi il Sindaco Angelita Mollo, la Vicesindaco Mariangela Marocco e gli Assessori Marco Sisca e Luigi Sandri (che l’Associazione per il Museo Storico di Poirino ringrazia).

Pubblichiamo l’articolo del Corriere di Chieri che “racconta” in modo esaustivo la serata e alcune foto dell’evento.

Le immagini proiettate verranno poi inserite nella pagina dedicata al MUSEO VIRTUALE – CASA STUARDI –  accompagnate da alcuni interessanti commenti a cura di Aldo Gioda, così come è avvenuto durante la proiezione.

 

AUGURI DI BUON NATALE 2020

Quest’anno l’Associazione Museo non ha potuto organizzare la CENA SOCIALE di fine anno, durante la quale ci scambiavamo gli auguri di BUON NATALE e BUON ANNO. E allora abbiamo provato a collegarci online per ricordare insieme le tradizioni natalizie poirinesi. GIOVEDI’ 17 DICEMBRE alle ore 18 ci siamo ritrovati in 18 sulla piattaforma Google-meet. Presente tutto il Consiglio Direttivo e vari associati; hanno partecipato anche il Sindaco ANGELITA MOLLO e l’Assessore MARCO SISCA.

Il Presidente ALESSANDRO CRIVELLO ha dato il benvenuto a tutti, ha illustrato quanto l’Associazione ha potuto fare nel corso del corrente anno nel ricordo di Maurizio Stuardi.

Quindi  MATTEO AVATANEO ha ricordato le tradizioni natalizie poirinesi, citando il bel libro di Silvano De Pizzol VIVA ‘N SER CHER. Matteo ha ricordato la novena, la raccolta della “muffa”  (muschio) e del “maciafer” (scorie di carbone) da parte dei bambini per l’allestimento del presepe, l’uso di cuocere in arrosto il gatto, l’usanza dei “galli”, le focacce natalizie a forma di gallo preparate in casa, la narrazione della storia di Gelindo.

Quindi i nostri due poeti, LUCIANO MILANESE e FRANCO TACHIS hanno letto rispettivamente due poesie in piemontese dedicate ai temi del Natale, a momenti della Natura e tradizioni di questo periodo: FIÓCA ‘D NATAL e J’AGNOLÓT ȄD LA VIGILIA (Luciano);  L’INVERN EN ARRIV e AN NEUV (Franco). (Le poesie sono riportate  in fondo all’articolo).

Lo scultore VINCENZO CORA ha presentato la sua ultima opera dedicata al Natale, dal titolo significativo MISTERI E MESTIERI(Foto in fondo all’articolo)

LUCIANO CROCELLA’, esperto di Storia dell’arte, ha illustrato un affresco del pittore poirinese PAOLO GAIDANO dedicato alla Natività, situato nella chiesa del Cottolengo di Torino (Foto in fondo all’articolo).

ALDO GIODA, esperto di fotografia, ha illustrato il progetto di digitalizzazione delle foto e diapositive lasciate da Maurizio Stuardi, attività che sta svolgendo su incarico dell’Associazione.

Quindi è intervenuto il Sindaco ANGELITA MOLLO che ha ringraziato l’Associazione per l’attività svolta, ha confermato l’impegno della Amministrazione per l’allestimento del museo e ha formulato gli auguri di Buon Natale e Buon Anno a tutti gli Associati.

L’assessore MARCO SISCA  ha colto l’occasione per comunicare che la Giunta ha approvato lo studio di fattibilità per la realizzazione del museo, un atto necessario per partecipare ad eventuali bandi; seguiranno progetti esecutivi mirati che cercheranno di contenere i costi.

I vari partecipanti sono poi tutti intervenuti per porgere auguri di Buone Feste, nella speranza che si torni presto alla normalità.

In conclusione il Presidente CRIVELLO ha ringraziato il Sindaco e l’assessore Sisca per la partecipazione, ha espresso apprezzamento da parte della Associazione per la significativa approvazione del Progetto di fattibilità riconfermando la disponibilità della Associazione a continuare a collaborare. Quindi ha ringraziato chi ha potuto partecipare on line e ha salutato tutti gli Associati augurandosi che presto possiamo rivederci di persona.

LA NATIVITA’
affresco di Paolo Gaidano – Chiesa del Cottolengo di Torino – 

LA NATIVITA’
MISTERI E MESTIERI – scultura in legno di Vincenzo Cora

Poesie di Franco Tachis

Poesie di Luciano Milanese

S. Orsola 2020

E’ stata una “Fiera di S. Orsola” particolare, quella del 2020, una Fiera all’insegna della mascherina, però la nostra Associazione ha voluto partecipare comunque, allestendo un’esposizione di oggetti provenienti da Casa Stuardi.

Ogni oggetto era presentato con una didascalia “quiz” che è stata molto apprezzata dai visitatori.

Un esempio:  la frase

“…con questo non é il caso di comprarla… – con sòn as fa da manca ‘d catela…”

presentava  il

“Torchietto per pasta fresca – Cit tòrcc për trafilé la pasta frësca” 

 

Ecco alcune immagini dello stand e degli oggetti esposti:

La Cena Sociale 2019 è stata organizzata presso il ristorante IL MONDO FRICANDO’.Cena Sociale 2019 – Venerdì 13 Dicembre –

E’ stata un vero successo: sia per quanto riguarda il numero di partecipanti (oltre 60!) sia per quanto riguarda il menu, apprezzatissimo da tutti, sia per la cortesia della titolare Mariangela MAROCCO (Vicesindaco di Poirino) che ci ha anche riservato una graditissima sorpresa finale: la torta del Museo Storico!

Un sentito grazie a tutti i partecipanti e, in particolare, alla Sindaca Angelita MOLLO e agli assessori Marco SISCA e Luigi SANDRI.

Le foto dell’evento

 

 

S. ORSOLA 2019

DAL  MAIS  ALLA  POLENTA

Il tema dello stand in Piazza Italia, in occasione della festa patronale di S.Orsola. 

Storia, immagini e macchinari da Casa Stuardi

Per chi desidera leggere l’interessante STORIA DEL MAIS, di seguito il link al documento completo:

DAL MAIS ALLA POLENTA 

Ci hanno fatto visita, tra gli altri,

 

 

Alcune foto dello stand:

MAGGIO POIRINESE 2019

Nell’ambito del MAGGIO POIRINESE, l’Associazione per il Museo Storico della Comunità di Poirino, in collaborazione con il CIRCOLO FOTOGRAFICO, con il patrocinio della Amministrazione comunale, ha proposto tre eventi sul tema

CORSO FIUME E DINTORNI

Un esempio di crescita della nostra comunità

Conferenza

Mercoledì 8 Maggio 2019 ore 21,00 presso la Sala del Consiglio comunale –via C. Rossi 12 – Poirino

Da antica Strada Reale a Viale della Rimembranza

relatore: Bartolomeo MOSSO

La grande crescita nel secondo dopoguerra

Le telerie della zona    

relatore: Alessandro CRIVELLO

TESTIMONIANZE e PROIEZIONE DI IMMAGINI

La conferenza è stata presentata e coordinata  da   Luciano CROCELLA’

 

 

STAND

Domenica 12 maggio ore 9-18 in Piazza Italia

Stand espositivo con immagini e materiali riferiti a Corso Fiume ieri e oggi 

                 

                                              

  VISITE GUIDATE

Da LUNEDI’ 13  a VENERDI’ 17 MAGGIO

VISITE GUIDATE IN CORSO FIUME DA SAN ROCCO A SAN GIUSEPPE

per le CLASSI delle SCUOLE ELEMENTARI e MEDIE

(in collaborazione con l’Associazione Carabinieri)

Il percorso didattico inizia con la visione, in aula, del video “Corso Fiume ieri e oggi” realizzato in collaborazione con il Circolo Fotografico Poirinese.

Ultimata la visione le classi vengono accompagnate alla Chiesa di S. Rocco, da cui parte il percorso guidato.

Collocazione del corso

Corso Fiume è stato l’asse di espansione di Poirino verso est.

Il corso nasce sul percorso dell’antica Strada Reale che dal crocevia con l’attuale via Cavour già via Castiglione, si prolunga verso est fino all’incontro con l’antica via Villanova, ora via C. Colombo, in zona S. Giuseppe.

CHIESETTA DI SAN ROCCO E SERBATOIO DELL’ACQUEDOTTO

All’inizio di corso Fiume partendo dall’incrocio con via Cavour, in un ideale percorso tra passato e presente, troviamo due costruzioni che si sono evolute nel tempo: la chiesetta di San Rocco e il serbatoio dell’acquedotto.

CHIESETTA DI SAN ROCCO

La chiesetta di San Rocco, costruita nel 1736, come appare sul manoscritto del 1769 del Garis, prevosto di Poirino dal 1758 al 1781. La vediamo con un aspetto un po’ diverso da quello attuale, si nota infatti come sia posta a cavallo di una roggia oggi non più presente. Nei secoli subì diverse trasformazioni fino a quando nel 1888 si costruì una piccola sacrestia ed il campanile assumendo così l’aspetto attuale.

 SERBATOIO ACQUEDOTTO

Negli anni Trenta del Novecento venne costruito a fianco della chiesetta il serbatoio sopraelevato dell’acquedotto che venne inaugurato nel 1931 con la presenza del principe Umberto di Savoia e della futura regina Maria José. Col passare del tempo e con l’aumento della popolazione si rese necessaria la costruzione di un nuovo e più capace serbatoio che venne edificato nel 1988 in fondo a via Cavour per cui la parte aerea del vecchio serbatoio venne abbattuta adattando in un secondo tempo il basamento rimasto a sede di Poirino dell’Associazione Nazionale Carabinieri sez. Tahon de Revel e S. Andrea. Una targa dell’Associazione è posta all’ingresso del locale.

SEDE SCUOLA ELEMENTARE, BIBLIOTECA CIVICA, CAMPO POLISPORTIVO, TELERIA VACCA

SCUOLA ELEMENTARE, BIBLIOTECA CIVICA

Al numero civico 3/B di Corso Fiume si trova un anonimo edificio che nel tempo ha avuto diversi utilizzi. Negli anni Settanta del Novecento ospitò tre classi della scuola elementare Gaidano. Nel 1977 divenne sede della Biblioteca Civica successivamente trasferita nel Palazzo Comunale fino all’apertura dell’attuale sede in Casa Dassano. Venne poi adibito ad uso commerciale.

 CAMPO POLISPORTIVO

In un terreno compreso tra la Strada Reale ora c. so Fiume e via Villanova ora via C. Colombo circa tra l’attuale piazza C. Pavese ed il vecchio mulino, nel 1910 si inaugurava il campo polisportivo dotato di pista ciclabile e tribunette per gli spettatori. Si disputarono corse ciclistiche e podistiche e saggi ginnici e nel 1915 la prima partita di foot-ball all’inglese, cioè di calcio moderno. Purtroppo la crisi dovuta alla grande guerra, con tanta gioventù al fronte, porterà allo smantellamento dell’impianto.

 TELERIA VACCA

Parte dell’area del campo polisportivo fu acquistata e destinata dall’imprenditore Vacca alla costruzione dell’omonima teleria che aveva l’ingresso principale sulla via C. Colombo. Oggi resta soltanto un antico muro in mattoni che faceva parte della recinzione dell’azienda dove si trovava l’ingresso secondario su corso Fiume.  In quello stesso tratto del corso si tenevano gli annuali festeggiamenti di San Rocco con varie attività quali gioco delle bocce, corse nei sacchi, rottura della pentolaccia, trasporto delle uova nel cucchiaio, corsa con la candela accesa ed altro ancora. Tali festeggiamenti oggi si svolgono principalmente in via Cavour. Inoltre proprio lungo quel muro, all’ombra di una antica alberata poi abbattuta, sorgeva un’area attrezzata per il gioco delle bocce, presente fino agli anni ’80 del secolo scorso.

VILLA MAINA E VIALE DELLA RIMEMBRANZA

Sul lato sinistro di corso Fiume, allora Strada Reale, al numero civico 35 sorge villa Maina. Da questo punto iniziò nel 1931 la costruzione del nuovo tratto di viale dedicato ai Caduti poirinesi della Grande Guerra cui fu dato i nome di “Viale della Rimembranza”.

L’estensione del viale, che ancora oggi si congiunge con la Strada Antica delle Poste, era il proseguimento del viale di ippocastani già esistente detto di San Rocco e aveva una doppia alberata di tigli. Su ogni albero venne apposta una targa con l’identità dei caduti. Una catena ne chiudeva le estremità. A seguito del crescente sviluppo urbanistico della zona, nel secondo dopoguerra il luogo di commemorazione venne trasferito presso il cimitero dove fu costruito il “Parco della rimembranza” (oggi “Campo della Gloria”). Attorno alla stele centrale vi sono i cippi con le targhe in bronzo che ricordano i caduti. Dopo il trasferimento, nel 1982, le alberate furono abbattute.  Oggi corso Fiume è ornato da una sola fila di alberi sul lato di Villa Maina.

A nord di villa Maina, in tempi non lontani, il Comune fece edificare il “Centro Anziani” con spazi dedicati sia agli anziani sia ai giovani, Oggi l’Ente è gestito da privati col nome di “Circolo Scacciapensieri”.

VIALE DEL TAVOLAZZO, CAMPO SPORTIVO, CASE FANFANI, POLO SCOLASTICO 

VIALE DEL TAVOLAZZO

Nel 1864 allo scopo di continuare la tradizione dell’antico gioco del Tavolazzo venne fondata la Società Comunale per il Tiro a Segno che mantenne il motto originale del Tavolazzo e lo stemma dell’antica compagnia degli archibugieri. Il campo di gara, recintato e dotato di tettoia e ripostiglio, sorse su un terreno di 2874 mq in parte sul tratto terminale di c.so Fiume, ove oggi sorge il polo scolastico. Con lo scioglimento della società nel 1874 le proprietà vennero acquistate dal Comune e il sito venne destinato a pubblica passeggiata con il nome di   “Viale del Tavolazzo”.

 CAMPO DI CALCIO

Il campo di calcio dell’U.S.P. di Poirino che nel secondo dopoguerra sorgeva all’incirca sull’area oggi occupata da parte del polo scolastico. Negli anni ’60 tale impianto fu smantellato per consentire la costruzione del nuovo complesso scolastico che prevedeva la realizzazione delle scuole medie, di una palestra e dell’Istituto professionale.

 CASE FANFANI

Nell’immediato secondo dopoguerra fu necessario costruire nuove abitazioni a basso costo sia per sostituire quelle danneggiate o distrutte dai bombardamenti sia per accogliere il numero sempre crescente di cittadini. L’operazione, avviata nell’estate del 1949 dal senatore Amintore Fanfani arrivò a produrre in 14 anni circa 355.000 alloggi per 2.000.000 di vani impegnando mediamente 41.000 lavoratori edili all’anno (circa il 10% delle giornate-operaio dell’epoca).

Una singolare caratteristica fu l’adozione delle targhe in ceramica policroma, molte delle quali disegnate da illustri artisti dell’epoca come Alberto Burri, Tommaso Cascella, Pietro de Laurentiis, Duilio Gambellotti, Leoncillo Leonardi, che venivano apposte su ogni edificio

POLO SCOLASTICO

L’area, a suo tempo campo di calcio e Viale del Tavolazzo, dal 1962 venne destinata ad accogliere il plesso scolastico. Fu costruito dapprima l’edificio per le scuole medie, la palestra e in seguito l’Istituto professionale IPSIA “Galileo Galilei”, inaugurato nell’anno 1982.

Negli ultimi anni, a seguito della chiusura dell’Istituto Professionale Galilei e dei problemi tecnici strutturali della scuola Gaidano, tutte le attività scolastiche di primo e secondo grado sono state trasferite in Corso Fiume. Attualmente nella zona, che include la vicina Strada Antica delle Poste in cui hanno sede l’asilo nido e la scuola per l’infanzia, si trova concentrato un unico polo dedicato all’istruzione.

CAPPELLA DI SAN GIUSEPPE

Alla confluenza della Strada Reale con via Villanova, quale punto d’arrivo dell’attuale Corso Fiume, sorge la chiesetta di San Giuseppe. Originariamente vi era soltanto un pilone dedicato al santo; l’attuale chiesetta venne edificata in segno di gratitudine per grazia ricevuta.

La festa di San Giuseppe era l’occasione per la prima uscita primaverile dei poirinesi che vi si recavano per le funzioni e per partecipare a diversi giochi popolari che si svolgevano nello spiazzo antistante l’edificio e nei prati circostanti. Allora c’erano solo il campo sportivo al posto delle scuole medie e pochissime case

IL PERCORSO RAPPRESENTATO DA TOTEM

 

Sabato 27 Aprile 2019 presso la CROCE ROSSA in Via Indipendenza n. 48

ASSEMBLEA SOCI 2019

E’ stato esaminato ed approvato il rendiconto economico consuntivo  e sono state proposte ed approvate le quote associative per l’anno 2019:

quota socio ordinario                  euro   10 (dieci)   – idem come per il 2018

quota socio sostenitore              euro   30 (trenta) – denominazione di nuova introduzione

quota socio benefattore             euro 100 (cento)  –  denominazione di nuova introduzione

Viene precisato  che l’attribuzione di socio sostenitore  e di socio benefattore non comporta alcuna differenziazione di trattamento e alcuna forma di beneficio rispetto ai soci ordinari e che la denominazione è finalizzata solo a riconoscere il maggiore sostegno economico corrisposto all’Associazione.

Informativa sulle attività svolte.  Il presidente illustra le  varie attività realizzate nel corso dell’anno 2018 che in sintesi si possono così riassumere:

Collaborazione con il Comune e le altre Associazioni per la progettazione e realizzazione delle iniziative in occasione del Maggio poirinese 

  2 maggio, conferenza sulla storia del Geriatrico poirinese – relatori: Luciano Crocellà, Carlo Bosco, presso l’Istituto Geriatrico

9 maggio, conferenza sul “gioco del tavolazzo” – relatori: Luciano Baravalle, Fiorenzo Bosticco, Eugenio Garoglio – presso la sala consigliare del Comune, alle ore 21

11 maggio, conferenza sul fotografo poirinese Vitrotti, presso la sala del Consiglio comunale  alle ore 21, organizzata in collaborazione con il Circolo Fotografico di Poirino e con la collaborazione storica di Alessandro Crivello

13 maggio, Stand espositivo con immagini, armi e materiali d’epoca inerenti il Gioco del Tavolazzo e la partecipoazione di rievocatori dell’Associazione Les Aermes de Savoje

14-18 maggio, visite guidate agli studenti delle scuole poirinesi.

24 giugno, gita culturale presso il filatoio Rosso di Caraglio (Cn), pranzo presso il ristorante il Chiostro con la partecipazione del vescovo don Piero Delbosco, nel pomeriggio visita guidata al centro di Cuneo.

21 ottobre, Partecipazione alla festa patronale di S. Orsola con stand dedicato alla “Storia del grano” (dalla lavorazione della terra alla fabbricazione del pane)

2 serate promozionali finalizzate al reperimento di contributi economici e  Cena sociale di fine anno presso ristorante poirinese

Informativa sulle attività in programma.

–    8 maggio, Conferenza su: “C.so Fiume e dintorni, una esempio di crescita della nostra Comunità” presso la sala consigliare del Comune – introduzione di Luciano Crocellà, relatori: Bartolomeo Mosso, Alessandro Crivello e alcune testimonianze dell’epoca

–    12 maggio, stand espositivo con illustrazione fotografica delle immagini d’epoca della zona di Corso Fiume

–    13-17 maggio, visite guidate agli studenti delle scuole poirinesi su C.so Fiumi e d’intorni

–    15 giugno, gita culturale, presso i musei di Balbiano (delle contadinerie e del giocattolo) e  della  Abbazia di Vezzolano, con pranzo presso un ristorante locale

–    20 ottobre, partecipazione alla festa di S. Orsola con allestimento di stand su un tema ancora da stabilire.

–    Dicembre, cena sociale di fine anno.

Viene ricordato  a tutti i soci  che tutte le informazioni relative alle  attività dell’Associazione sono sistematicamente  inserite sul sito della Associazione (www.museopoirino.it ) e sulla pagina Facebook; vengono redatti articoli sulle Cioche e sono stampati manifestini che vengono esposti sulla bacheca in piazza e presso gli esercenti di Poirino.

 Infine il Presidente informa che, a seguito della nuova legge che regolamenta il terzo settore, il consiglio direttivo sta valutando la possibilità di adeguare lo statuto dell’Associazione per potere assumere la configurazione giuridica che consenta l’accesso al 5 per mille e a finanziamenti pubblici attraverso i quali portare avanti il progetto relativo alla realizzazione fisica del Museo.

CENA SOCIALE  di Venerdì 14 Dicembre 2018 presso la trattoria “BUE ROSSO”

Numerosi, i partecipanti alla cena sociale presso il BUE ROSSO, una delle trattorie storiche di Poirino, ed è stata veramente una bella serata all’insegna dell’allegria e dell’ottimo menù. A fine cena il Presidente dell’Associazione, Alessandro Crivello, ringraziando tutti per la partecipazione, ha illustrato brevemente quali sono le attività che si stanno svolgendo in questi giorni a Casa Stuardi, attività alle quali tutti i soci sono sempre invitati a partecipare attivamente. E’ stata anche l’occasione, per il Direttivo dell’Associazione, di estendere a tutti gli auguri per le imminenti festività di fine anno. Particolarmente gradita la presenza della sindaca, Angelita Mollo, alla quale vanno i ringraziamenti di tutta l’Associazione.

 

ELEZIONE NUOVO CONSIGLIO DIRETTIVO

In data 1 dicembre 2018 si è tenuta l’assemblea straordinaria per la elezione del nuovo Consiglio Direttivo dell’Associazione, per il triennio 2019-2021. Di seguito il comunicato del Presidente, Alessandro CRIVELLO, relativo all’esito delle elezioni e alcune foto dell’evento.

 

Domenica 21 ottobre 2018    –   Festa patronale di S. Orsola

L’Associazione per il Museo Storico di Poirino era presente in Piazza Italia con uno stand dedicato a “Come vestivamo una volta”. Sono state esposte vecchie macchine per cucire ed alcuni oggetti e vestiti d’epoca.  Molti i visitatori che, oltre ad apprezzare il materiale esposto, hanno voluto avere informazioni su Casa Stuardi e sul futuro Museo Storico. 

Pubblichiamo un articolo apparso su “Il Corriere di Chieri” dove si parla dei vestiti messi in mostra e del tipo di persone che li indossavano.

A seguire alcune foto dell’evento. 

Parasole, cappelli ed abiti da Casa Stuardi. Presumibilmente di proprietà della mamma di Maurizio.

La macchina per cucire “Una delle poche cose utili che sia mai stata inventata” fu il commento del Mahatma Gandhi mentre imparava a cucire. Il che le escluse dal boicottaggio delle macchine che il mondo occidentale andava sempre più realizzando.

Questa macchina per cucire fu prodotta l’8 luglio del 1926. In quel giorno, nei vari stabilimenti SINGER sparsi per il mondo, se ne fabbricarono 310.000.

Non un giocattolo, ma una vera e propria macchina per cucire utilizzata dai bambini.

Da notare i 50 cm ad intarsio per avere il “metro” immediatamente disponibile.

Le maniglie dei cassetti con il logo.

 SABATO 13 OTTOBRE 2018 – INCONTRO INFORMATIVO  

Il Consiglio Direttivo ha promosso un incontro informativo aperto a tutti gli Associati per aggiornare sugli ultimi sviluppi della nostra Associazione.

I soci sono stati informati in merito all’affidamento di Casa Stuardi, da parte del Comune, all’Associazione per il Museo Storico di Poirino; e dei lavori di pulizia, e di inventario che i Soci stanno eseguendo sia all’esterno che all’interno dei locali affidati. C’è molto lavoro da fare ed è stato chiesto l’aiuto a tutti i Soci disponibili. Serviranno anche finanziamenti e l’Associazione si sta informando in merito. Dopo avere catalogato e fotografato il contenuto di Casa Stuardi si potrà cominciare a realizzare, intanto, il Museo virtuale e per questo è stato rinnovato il sito web dell’Associazione e la pagina Facebook collegata. Si è poi parlato delle altre attività svolte dall’Associazione (eventi, conferenze, partecipazione con stand alle fiere di S.Orsola e del maggio Poirinese).  Infine è stato ricordato ai soci che il mandato triennale del Consiglio Direttivo in carica, eletto il 28 novembre 2015, sta per scadere e sono stati invitati tutti gli associati a partecipare alle votazioni , ricordando che possono candidarsi e votare tutti gli iscritti dell’anno 2018 in regola con l’iscrizione. E’ stata comunicata la data in cui si svolgeranno le votazioni: SABATO 1 DICEMBRE 2018 alle ore 15 presso la SALA RIUNIONI della CROCE ROSSA. 

L’incontro è terminato con una breve visita a Casa Stuardi.

Di seguito alcune foto dell’incontro e la lettera che era stata inviata ai soci.

Domenica 24 Giugno 2018

Oltre cinquanta i concittadini, e non solo, che hanno partecipato alla gita annuale organizzata dall’Associazione per il Museo Storico di Poirino. Appassionante ed istruttiva la visita al Setificio di Caraglio; ottimo il pranzo in compagnia del Vescovo, Mons. Piero Delbosco; interessante la visita con guida al centro storico di Cuneo.

Visita guidata al Museo della Seta di Caraglio: la guida ci ha spiegato dettagliatamente come  venivano allevati i bachi e ci ha fatto visitare l’antica filanda dove si preparava il filo di seta e il filatoio, da cui prende il nome tutto il complesso.
Abbiamo anche potuto apprezzare una delle rare ricostruzioni dei mulini idraulici da seta ed ammirarli in movimento. La guida ci ha ricordato quanto la produzione di filati serici sia stata importante per la regione Piemonte, non solo perché divenuta voce trainante dell’economia a cavallo tra ‘600 e ‘800, ma anche per il coinvolgimento della popolazione, impiegata come mano d’opera nelle numerose fabbriche sorte sul territorio e, soprattutto, nella realizzazione della materia prima: l’allevamento dei bachi da seta.
La produzione di seta disegnò anche le campagne, dove agli inizi del ‘700 si contavano oltre un centinaio di setifici e dove i gelsi, oggi scomparsi, ne costituivano un tratto distintivo.
Il Filatoio Rosso di Caraglio, il più antico setificio rimasto in Europa, tra i pochi in Italia a essere stato recuperato con finalità museali, è un insostituibile testimone di questo recente passato.
Negli anni ’90 il Consiglio d’Europa definì il Filatoio “il più insigne monumento storico-culturale di archeologia industriale in Piemonte”.

Il pranzo con il Vescovo, Mons. Piero Delbosco, è stato particolarmente apprezzato per  la compagnia del nostro concittadino, ora Vescovo di Cuneo. L’ottimo menù ha contribuito a rendere particolarmente piacevole la pausa tra una visita e l’altra…

Alla fine del pranzo, L’Associazione per il Museo di Poirino ha voluto ringraziare il Vescovo donandogli due specialità Poirinesi che sono sempre state molto gradite a Don Piero: i grissini ed i canestrelli. Il Presidente dell’Associazione, Alessandro Crivello ha, poi, consegnato al Vescovo un omaggio istituzionale da parte del Sindaco di Poirino, Angelita Mollo, che non ha potuto essere presente a causa di un impegno preso in precedenza.

La giornata si è conclusa con la visita guidata al centro storico di Cuneo, percorrendo la via principale che da Piazza Galimberti arriva alla Sede Vescovile. Grazie alla guida, molto preparata, abbiamo potuto apprezzare alcune costruzioni e vie storiche di Cuneo.

Ed ecco alcune foto della giornata:

                       

                       

 

 

 

 

 

 

 

 

   

Domenica 13 Maggio 2018 

L’Associazione per il Museo Storico di Poirino era presente in Piazza Italia con uno Stand rievocativo/espositivo dell’antico “Gioco del Tavolazzo”. La storia di questo antico gioco è stata rappresentata con immagini, armi e materiali dell’epoca.

Maggio 2018 Stand sul Tavolazzo

Hanno partecipato anche i rievocatori dell’Associazione “Les Armes de Savoje” in uniforme e con le armi dell’epoca.

Venerdì 11 Maggio 2018 ore 21

presso la Sala Consiliare di Via Cesare Rossi 5

L’Associazione per il Museo Storico di Poirino ha partecipato alla serata organizzata dal Circolo Fotografico Poirinese “Romolo Nazzaro”, durante la quale sono stati presentati il  “Poirino Foto Festival” e due importanti fotografi Poirinesi:  Romolo Nazzaro e  Giovanni Battista Vitrotti. La storia e le opere del fotografo G.B. VITROTTI  sono state presentate dal Presidente dell’Associazione per il Museo Storico di Poirino, Alessandro Crivello. 

Giovanni Battista Vitrotti

 

Mercoledì 9 Maggio 2018

presso la Sala Consiliare di Via Cesare Rossi 5, L’Associazione per il Museo Storico di Poirino ha organizzato una interessante conferenza su

“L’antico gioco del Tavolazzo in Poirino”

Relatore:  LUCIANO BARAVALLE, autore di ricerche storiche sul Tavolazzo

e su   

                      “Armi e uomini d’arme nel Piemonte Sabaudo”

Relatori: FIORENZO BOSTICCO, rievocatore storico e EUGENIO GAROGLIO, ricercatore Università Piemonte orientale

 

Sotto trovate il link alla relazione  di LUCIANO BARAVALLE, autore di ricerche storiche sul Tavolazzo:

ANTICO GIOCO DEL TAVOLAZZO A POIRINO

 

Mercoledì 2 Maggio 2018 presso l’Istituto Geriatrico 

LA STORIA DEL GERIATRICO POIRINESE

 dalle origini dell’ospedale all’attuale moderno istituto  

In una sala del recente ampliamento del Geriatrico di Poirino, si  è tenuta una affollatissima conferenza sulla storia di una delle più antiche istituzioni della nostra Comunità. I relatori Luciano Crocellà e Carlo Bosco hanno fatto una ampia esposizione della storia dell’ente  partendo dalle origini, risalenti alla prima metà del ‘700, fino ai nostri giorni. Tre secoli di storia che hanno visto l’istituto evolvere e adeguarsi alle diverse esigenze della comunità di Poirino. Nato come ospedale destinato alla  cura gratuita dei poveri infermi del luogo su iniziativa di don Pietro Gaspare Antonio Bosco,  estende nel corso del tempo l’assistenza anche ai non residenti, si trasforma poi in geriatrico negli anni sessanta del ‘900 e acquisisce infine  l’attuale veste giuridica di ONLUS (Organizzazione non lucrativa di utilità sociale) nel 1992.

Una Istituzione rimasta fedele alle finalità e ai principi di solidarietà del fondatore che ha sempre svolto la sua opera di assistenza verso i bisognosi con la sola interruzione del periodo napoleonico (1802-1815), a seguito dell’accentramento civico della gestione e della abolizione degli ordini religiosi.

Oggi l’Istituto, attento alle nuove esigenze dell’attuale società sempre più costituita da popolazione anziana, ha ampliato la sua struttura con 12 minialloggi e messo a punto una serie di servizi che consentono anche agli ultra sessantacinquenni di vivere serenamente senza l’onere di tutti gli adempimenti domestici. Una iniziativa che conferma l’orientamento di questa Istituzione verso la ricerca dell’eccellenza e che consente di guardare al futuro con ottimismo.

In sala erano presenti numerose autorità. Il sindaco Angelita Mollo ha espresso l’apprezzamento per l’importante servizio svolto dall’Istituto e il ringraziamento a nome della Comunità e il parroco don Domenico  Cravero ha sottolineato l’importanza pedagogica del trattamento degli anziani prevista nella catechesi cattolica.

 alcune immagini dell’avvenimento.

                                           

Relatori:  

Luciano CROCELLA’ 

 

Carlo BOSCO

il parroco don Domenico Cravero

Il sindaco Angelita Mollo

 

Sabato 14 Aprile 2018 alle ore 15,30 nella sala della CROCE ROSSA in Via Indipendenza n. 48

ASSEMBLEA SOCI 2018

E’ stato esaminato e approvato il rendiconto economico 2017 ed è stata determinata la quota associativa per l’anno 2018 (riportata in questo sito, nella pagina DIVENTA SOCIO).

Sono state illustrate le principali attività svolte nel corso dell’anno (riportate in questo sito nelle varie pagine), e sono state illustrate le attività e gli eventi in programma (pubblicati man mano nella pagina EVENTI IN PROGRAMMAZIONE).

Un particolare ringraziamento a tutti i partecipanti ed a coloro che, pur non potendo partecipare, hanno voluto comunicarci il loro appoggio!

Giovedì 30 novembre 2017 – Cena Sociale

L’associazione ha organizzato un incontro culinario con i soci presso la trattoria Primavera di Poirino a cui hanno partecipato anche il Sindaco Angelita Mollo e l’assessore Antonio Curiale. In tale occasione il Consiglio Direttivo ha espresso un sentito ringraziamento ai soci che si sono distinti per la loro  collaborazione e il loro sostegno attraverso servizi e forniture. In particolare sono stati citati i signori: Luciano Baravalle, Carlo Bosio, Andrea Caratto, Antonio Chiello, Ida Isegna, Giovanni Parigi e Luciana Serra Venturello. Di seguito si riportano alcune immagini relative.

Martedì 28 novembre 2017

Serata “Prevenzione e salute”

L’Associazione per il Museo Storico della Comunità di Poirino ha invitato coppie di cittadini soci e non alla presentazione di prodotti per la salute che si presso L’ORATORIO S. LUIGI – Via Panizza – Poirino durante la quale la ditta IMPERIAL-LIFE ha fornito interessanti informazioni sul tema della“prevenzione e salute”.
Al termine dell’incontro è seguito un piccolo rinfresco e un super premio finale.

Domenica 22 ottobre 2017 – Festa patronale di S. Orsola

In occasione della festività di S. Orsola, l’Associazione per il museo storico di Poirino ha allestito uno stand in Piazza Italia sul tema “La storia del grano – dalla terra al pane“. L’esposizione illustrata della storia del grano, corredata di attrezzi e materiali storici, ha suscitato un notevole interesse da parte dei visitatori. Numerose sono state le iscrizioni alla Associazione nel corso della manifestazione. Di seguito si riportano alcune immagini relative all’evento.

 

Domenica 11 giugno 2017

Visita ai musei della seta e della canapa

A completamento dell’approfondimento dedicato alla attività tessile in occasione del “Maggio Poirinese”, l’Associazione ha organizzato la visita al Museo della Seta di Racconigi e al Museo della canapa di Carmagnola. Un’interessante panoramica dei  metodi di lavorazione del passato conclusa con una piacevole cena presso un ristorante poirinese. Ecco le immagini relative ai momenti più significativi.

MAGGIO POIRINESE

15 – 18 maggio 2017 – Casa Dassano – Sala consigliare

La tessitura raccontata agli alunni delle scuole 

Una delle diverse iniziative del “Progetto Tela”, nata dalla collaborazione tra insegnanti e Unitre, ha coinvolto gli alunni della scuola dell’obbligo. L’attività della tessitura è stata raccontata con l’ausilio di una ricca documentazione fotografica proveniente dall’archivio della Biblioteca comunale.

Nella foto accanto il direttore tecnico della nostra Associazione Franco Tachis mentre illustra la storia della tessitura a Poirino.

Domenica – 14 maggio 2017

Nell’ambito del “Progetto Tela”, ideato dall’Amministrazione comunale per celebrare la tradizionale  attività tessile del nostro territorio, è stata  organizzata  una esposizione  finalizzata a offrire ai visitatori una panoramica    inerente la tessitura. Nello stand allestito dalla nostra Associazione è stato ricostruito il percorso  dell’intero ciclo: dalla pianta al filato e dal filato al tessuto ed esposti materiali e attrezzature d’epoca.

Mercoledì – 10 maggio 2017

Casa Dassano – sala consigliare – Conferenza sul tema

La storia della tessitura e del “Fabbricone” a Poirino

Introduzione: Luciano Crocellà

Relatori: Alessandro Crivello e Luciano Baravalle

Testimonianze di: Sergio Vastapane, Antonio Quattrocolo, Mario Ghirardi – Marianna Gambino

Le attività tessili in Poirino dell’Ottocento e del Novecento sono state ricostruite attraverso due relazioni: Alessandro Crivello ha approfondito le vicende del Fabbricone e delle famiglie Melano e Vastapane, Luciano Baravalle ha illustrato la storia della Società dei Tessitori e Tessitrici dedicata a S. Agata. Sono seguite due interessanti testimonianze di Sergio Vastapane, nipote di Giacomo che completò il “Fabbricone”, e di Antonio Quattrocolo, che promosse il famoso marchio “telerie di Poirino”. La lettura di una testimonianza rilasciata da Marianna Gambino Musso, già giovane operaia presso il Fabbricone e l’intervento di Mario Ghirardi, presidente della Fondazione che gestisce il Museo Tessile di Chieri, hanno completato l’incontro, seguito da un numeroso pubblico. Il Comune di Poirino, attraverso il Sindaco Angelita Mollo e l’assessore Antonio Curiale, ha quindi consegnato un riconoscimento agli imprenditori tessili che hanno operato nel dopoquerra. La conferenza ha aperto il “Progetto Tela”, coordinato dal Circolo Fotografico con la collaborazione di Varie Associazioni, progetto che si è concretizzato attraverso vari eventi nel corso della Fiera di Maggio.

Mercoledì – 3 maggio 2017

Casa Dassano – Sala consigliare – Conferenza sul tema

C’era una volta

coordinatore: Franco Pavesio

In quali condizioni sociali si viveva a Poirino e d’intorni ? Che significava vivere nella povertà ? Come era la scuola nel passato ? Quali atteggiamenti avevano gli alunni verso le maestre ? I giovani fidanzati riuscivano a parlarsi prima del matrimonio ? Quali erano i rimedi  che si usavano per le malattie più diffuse ? Questi i temi trattati nel corso dell’incontro guidato da Franco Pavesio, che per l’Unitre ha condotto un laboratorio per due anni. Vari interventi hanno approfondito i suddetti aspetti aggiungendo anche testimonianze del proprio vissuto personale.

NELL’ ANNO 2016 SONO STATI ORGANIZZATI:

5 giugno 2016

VISITA AI MUSEI DI MAGLIANO ALFIERI E CISTERNA D’ASTI

Domenica 5 giugno 2016 ha avuto luogo con successo la gita organizzata dalla nostra Associazione al museo “Arti e tradizioni popolari” di Magliano Alfieri e al museo “Arti e mestieri di un tempo” di Cisterna d’Asti. Una esperienza culturale  molto interessante, istruttiva e coinvolgente anche per i due diversi modelli di allestimento proposti.

Nel castello di Magliano Alfieri, recentemente ristrutturato, son presenti due settori, uno dedicato al territorio, l’altro alla tecnica costruttiva dei soffitti in gesso.    L’area dedicata al territorio è caratterizzata da un taglio moderno che si distingue per l’efficace sistema audiovisivo e l’ordinata disposizione degli oggetti.  L’area dedicata ai soffitti in gesso, oltre all’accurata collocazione dei reperti, presenta un originale allestimento architettonico con tocchi d’ingegno, come la rappresentazione della tecnica di colatura del gesso sulle matrici tramite un semplice profilo luminoso (come si vede da una delle fotografie presenti in galleria).

Il museo nel Castello di Cisterna, dedicato ai mestieri e alle attività artigianali del passato, si presenta invece con un allestimento più tradizionale con la ricostruzione intorno al cortile interno di diverse botteghe e attività tradizionali: dal fornaio panettiere, alla trattoria, al negozio alimentare, alla tipografia, alla produzione del torrone e altro ancora.   Al piano superiore, in vari locali, sono ricostruite diverse attività artigianali: calzolaio ciabattino e sellaio, falegname, bottaio, carradore, sarto.  Vi sono inoltre raccolte di strumenti musicali, sistemi antichi di misura e pesatura, attrezzi ed utensili della vita quotidiana. Ogni allestimento è corredato da notevoli varietà e quantità di oggetti ben restaurati.   Si è notata la scarsa presenza di riferimenti alle attività contadine per le quali, come precisato dalla guida, era previsto un allestimento specifico in altro sito, purtroppo non ancora realizzato per mancanza di fondi.

Per la cronaca corre l’obbligo di precisare che le due realtà visitate hanno sede in due splendidi castelli di proprietà dei rispettivi Comuni e che i restauri e gli allestimenti dei musei sono stati eseguiti con fondi e contributi di istituzioni bancarie, provinciali, regionali, ecc., senza costi significativi a carico degli enti comunali.

Due visite per le quali è valsa ampiamente la pena! La gita si è poi conclusa con l’ottima cena presso l’eno-osteria di Cellarengo.

Di seguito vengono riportate alcune immagini dell’ evento.

Il museo “Arti e mestieri di un tempo” di Cisterna d’Asti

4 Maggio 2016

 Conferenza sul tema:

 “Le peschiere e l’allevamento delle tinche nel territorio di Poirino” 

Relatore: prof. Leonardo Azzi

Mercoledì pomeriggio 4 maggio nella sala del Consiglio comunale si è tenuta la seconda conferenza organizzata dall’Associazione per il Museo Storico della Comunità di Poirino dedicata alle peschiere e all’allevamento della Tinca Gobba Dorata del Pianalto di Poirino. Il relatore prof. Leonardo AZZI, presidente della Associazione produttori tinca gobba dorata ha intrattenuto il numeroso pubblico con una interessante e dotta illustrazione storica e scientifica sulla monocultura del prelibato pesce che, insieme all’asparago, rappresenta uno dei più rinomati e ricercati prodotti tipici della nostra zona.

Un sentito ringraziamento al prof. Azzi per il suo stimolante intervento e al pubblico per il contributo fornito all’approfondimento attraverso la fitta serie di domande poste all’oratore.

27 Aprile 2016

Conferenza sul tema

“Il tramvay a Poirino”

Relatore: dott. Luciano Baravalle

Mercoledì pomeriggio 27 aprile nella sala del Consiglio comunale si è tenuta la prima conferenza proposta dalla nostra Associazione, dedicata al TRAMWAY, lo storico trenino che per una settantina d’anni collegò direttamente Poirino con Torino (1881-1949). Il dottor Luciano BARAVALLE, già noto per numerose ricerche storiche locali (in particolare sul gioco del Tavolazzo), ha ricostruito i diversi aspetti di questo importante mezzo di trasporto locale attraverso molteplici documenti cartacei (tutti riportati su immagini video) ed interessantissime fotografie rappresentanti le varie tappe della corsa del tramway (da Piazza Castello di Torino attraverso Moncalieri, Trofarello per giungere al capolinea di Poirino, proprio sotto la torre, di fronte alla attuale sede della Croce Rossa). Un caloroso grazie al dott. Baravalle per il puntuale lavoro di documentazione storica e fotografica (questa ricerca sarà convertita in una brochure cartacea e in un DVD che saranno a disposizione per S. Orsola). Un sentito ringraziamento anche al Sindaco – Sig.ra Angelita Mollo – che ha onorato con la sua presenza la conferenza patrocinata dal Comune.

Un grazie altresì al numeroso pubblico presente che ha formulato diverse domande e arricchito l’approfondimento con alcune testimonianze dirette.

NELL’ ANNO 2015 SONO STATI ORGANIZZATI:

18 Settembre 2015

Sant’Orsola

Il primo significativo evento che ha visto il debutto della nostra Associazione è stata la fiera di Sant’Orsola 2015 con la presenza di una esposizione di vari attrezzi riguardanti il mondo contadino del passato e testimonianze della antiche corporazioni e congregazioni che hanno operato sul nostro territorio. In tale occasione sono state raccolte le prime adesioni a sostegno della nostra iniziativa.